“Mente sana in corpo sano”, questa frase nel I secolo d.c. veniva utilizzata da un poeta latino che aveva scoperto l’importanza della sinergia tra questi due elementi e da allora è continuata ad essere utilizzata ed interpretata in varie forme.

E’ soprattutto il mondo dello sport a farla propria, è infatti scientificamente provato che praticare una costante attività fisica riduce e previene il rischio di malattie degenerative del cervello.

Lo sport e la salute mentale sono messe in continua relazione, la società odierna riconosce questi elementi come fondamentali per il nostro benessere.. ma se lo sport allena il nostro corpo, cosa serve per allenare la nostra mente? LA LETTURA: i libri sono il cibo della mente, leggere un libro sfama la nostra esigenza di scoprire, di imparare, di viaggiare. Leggere un libro ci porta ad immergerci in mondi nuovi siano essi reali o interni a noi stessi, siano essi concreti o nostri fantasmi; Pietro Citati afferma “se vogliamo conoscere il senso dell’esistenza, dobbiamo aprire un libro: là in fondo, nell’angolo più oscuro del capitolo, c’è una frase scritta apposta per noi”. La lettura rende liberi, liberi di capire, senza l’influenza dell’esterno, il mondo che ci circonda.

La lettura come lo sport ci abitua al rispetto, al coraggio, alla lealtà. Iniziare fin da bambini significa far propri questi valori, significa contribuire a rendere questo mondo migliore perché insegna ad aprire la mente a non fermarsi davanti alle apparenze, a non aver paura di ciò che è diverso dal “comune”.

Inoltre leggere ci insegna vocaboli nuovi, ci permette di esprimersi sempre in maniera più adeguata ad ogni contesto, ci insegna a fare meno errori siano essi di ortografia o sintassi… e molto altro ancora.

Per questi motivi e per tutti quelli che sono nostri e solo nostri è importante far avvicinare i nostri figli a questo magico mondo ed è solamente vedendo amare i libri che si può imparare ad amarli, perché l’imitazione è una delle principali forme di apprendimento dei bambini.

La psicologa
dott.ssa Alessandra Patrignani